Struttura Polispecialistica Accreditata con il S.S.N.

La riabilitazione dopo la ricostruzione di LCA

Home Ricovero in Riabilitazione La riabilitazione dopo la ricostruzione di LCA
La riabilitazione dopo la ricostruzione di LCA

Le lesioni legamentose del ginocchio sono spesso la conseguenza di traumi distorsivi che nella maggior parte dei casi si verificano durante l’attività sportiva. Spesso, perciò, si tratta di pazienti piuttosto giovani.
Il paziente che subisce intervento di ricostruzione del legamento crociato rimane a riposo per 48 ore; in questo periodo si applica spesso la borsa di ghiaccio sul ginocchio operato e il paziente può già mobilizzarsi utilizzando 2 stampelle senza caricare sull’arto operato.
Trascorse 48 ore si rimuove il drenaggio ed inizia il trattamento riabilitativo vero e proprio.
Si comincia con la mobilizzazione passiva del ginocchio in flesso-estensione utilizzando uno speciale telaio rigido (kinetec) partendo da un’escursione articolare da 0-30°.
L’ampiezza del kinetec andrà progressivamente incrementata per raggiungere entro la I-II settimana i 90° di flessione.
Contemporaneamente iniziano esercizi attivi di flessione ed esercizi di rinforzo muscolare per il quadricipite femorale (prediligendo esercizi in catena cinetica chiusa ed evitando brusche sollecitazioni in estensione che potrebbero danneggiare il neolegamento).
Per favorire il recupero muscolare può essere utile in questa fase l’elettroterapia di stimolazione del muscolo.
A partire dal II mese, raggiunta una escursione articolare di circa 100-120°, i pazienti possono iniziare con la cyclette, con graduale incremento della resistenza, ed esercizi propriocettivi su tavolette dapprima in posizione seduta poi in piedi.
Dal III mese, se il paziente ha recuperato l’escursione articolare completa e ha raggiunto un buon tono-trofismo muscolare, può essere avviato alla ripresa graduale della corsa (a bassa velocità, in piano, meglio se su terreni soffici). Il recupero della forza muscolare deve essere intensificato anche con attività di palestra che consenta l’uso di attrezzi (ma va assolutamente vietata la leg-estension).
Dal IV mese si può eseguire un test isocinetico che consente di valutare l’effettivo recupero muscolare e ed eventualmente di stabilire una prognosi relativa alla ripresa dell’attività sportiva. Comunque, il rientro alla pratica sportiva dovrebbe avvenire dopo il IV mese, in maniera molto cauta e sotto la guida di un preparatore atletico; gli allenamenti si potranno intensificare dal VI mese.

I nostri Servizi

La riabilitazione dopo l'intervento di tenoplastica
La riabilitazione dopo l'intervento di tenoplastica

Continua a leggere

La riabilitazione nella protesi di spalla
La riabilitazione nella protesi di spalla

Continua a leggere

La riabilitazione dopo la ricostruzione di LCA
La riabilitazione dopo la ricostruzione di LCA

Continua a leggere

La riabilitazione dopo l'intervento di protesi di ginocchio
La riabilitazione dopo l'intervento di protesi di ginocchio

Continua a leggere

La riabilitazione dopo l'intervento di protesi d’anca
La riabilitazione dopo l'intervento di protesi d’anca

Continua a leggere

Cosa è importante sapere